Classic Championship 2023

L'1 e 2 aprile 2023 torna il Classic Championship, l’evento agonistico di pesca a spinning nelle acque interne più ambito dai lanciatori; si svolgerà ancora nel comprensorio della Nuova Parco Laghi in una magnifica location appenninica sul versante tosco romagnolo in provincia di Forlì-Cesena. La popolarissima manifestazione tornerà a far parlare di sé con un’avvincente due giorni in cui centocinquanta pescatori provenienti da tutta Italia si contenderanno il titolo di Campione. I campi gara della competizione, che si preannuncia essere ai massimi livelli, saranno il lago Pontini e il lago Lungo in cui la diversità delle specie ittiche presenti si combina con un format che assegnerà un punteggio differenziato e un orientato totalmente no-kill.

 

Una particolare attenzione sarà riservata alla classifica a squadre che per il suo format riscontra anno dopo anno un crescente interesse, soprattutto per l’affiatato spirito di gruppo con cui viene vissuta dai partecipanti. I lanciatori si affronteranno in due sessioni di pesca, entrambe con ben otto rotazioni di settori, insidiando tutti i pesci predatori presenti nelle acque di questi due bacini come trote iridee, fario, salmerini, lucci, black bass, persici reali e lucioperca. Per i soli salmonidi si disporranno due considerevoli semine, una il giorno antecedente la prima sessione di pesca e la seconda il sabato, nel tardo pomeriggio, al termine della prima giornata di gara. La stesura della classifica finale sarà basata sull’assegnazione di un punteggio a capo differenziato sia per specie catturata che per turno di pesca.

 

 

 

 

 

APERTURA ISCRIZIONI

1 Dicembre 2022

 

TERMINE ISCRIZIONI

28 Febbraio 2023

 

 

Numero massimo partecipanti: 152

 

 

 

 

PROGRAMMA

 

Sabato 1 aprile

 

11:30 - briefing di apertura della manifestazione presso la sala congressi dell’hotel Miramonti, adiacente al lago di Acquapartita e con obbligo di partecipazione da parte dei concorrenti, dove si illustreranno gli aspetti operativi ed organizzativi della manifestazione;

 

12:00 - assegnazione ai concorrenti del campo gara (lago e settori di partenza) tramite preventiva estrazione, e presentazione della squadra dei giudici;

 

13:00 - trasferimento dei partecipanti sui rispettivi campi gara (lago Lungo e lago Pontini - verranno utilizzati due bacini lacustri in caso di un numero di partecipanti superiore a 80 persone, diversamente sarà sfruttato il solo lago Pontini) e disposizione all’interno dei settori di assegnazione mediante estrazione casuale per il primo turno di gara, e chiamata in base al numero inferiore di catture per i restanti turni;

 

14:00 - inizio primo turno di gara;

14:15 - termine primo turno di gara e spostamento di settore;

14:25 - inizio secondo turno di gara;

14:40 - termine secondo turno di gara e spostamento di settore;

14:50 - inizio terzo turno di gara;

15:05 - termine terzo turno di gara e spostamento di settore;

15:15 - inizio quarto turno di gara;

15:30 - termine quarto turno di gara e spostamento di settore;

15:50 - inizio quinto turno di gara;

16:10 - termine quinto turno di gara e spostamento di settore;

16:20 - inizio sesto turno di gara;

16:40 - termine sesto turno di gara e spostamento di settore;

16:50 - inizio settimo turno di gara;

17:10 - termine settimo turno di gara e spostamento di settore;

17:20 - inizio ottavo turno di gara;

17:40 - termine gara;

 

18:00 - briefing dei giudici e registrazione dei dati per la successiva stesura della classifica provvisoria.

 

 

 

Domenica 2 aprile

 

6:30 - raduno dei concorrenti sui rispettivi campi gara, appello di presenza e disposizione all’interno dei settori di assegnazione mediante estrazione casuale per il primo turno di gara, e chiamata sulla base del numero inferiore di catture per i restanti turni;

 

7:00 - inizio primo turno di gara;                 

7:15 - termine primo turno di gara e spostamento di settore;

7:25 - inizio secondo turno di gara;          

7:40 - termine secondo turno di gara e spostamento di settore;

7:50 - inizio terzo turno di gara;                

8:05 - termine terzo turno di gara e spostamento di settore;

8:15 - inizio quarto turno di gara;               

8:30 - termine quarto turno di gara e spostamento di settore;

8:50 - inizio quinto turno di gara;           

9:10 - termine quinto turno di gara e spostamento di settore;

9:20 - inizio sesto turno di gara;                

9:40 - termine sesto turno di gara e spostamento di settore;

9:50 - inizio settimo turno di gara;      

10:10 - termine settimo turno di gara e spostamento di settore;

10:20 - inizio ottavo turno di gara;     

10:40 - termine gara;

 

10:50 - briefing dei giudici e registrazione dei dati per la stesura della classifica finale;

 

12:00 - aperitivo a buffet, riservato ai soli concorrenti, nella sala veranda dell’hotel Miramonti;

 

12:45 - premiazioni e interviste ai vincitori presso l’area allestita dell’hotel Miramonti.

 

 

 

 

 

REGOLAMENTO

 

1. Il CLASSIC Championship è una competizione agonistica di pesca sportiva a tecnica spinning e casting, ideata e gestita dall’organizzatore Insidefishing ASD che ne detiene anche tutti i diritti esclusivi.

Viene organizzata una sola gara l’anno che può avere modalità itinerante; l’edizione 2023 si svolge con due sessioni rispettivamente nelle giornate di sabato 1 aprile (pomeriggio) e domenica 2 aprile (mattina) presso il lago Lungo e il lago Pontini in località Bagno di Romagna (FC). Se il numero di partecipanti sarà inferiore a 81 persone la competizione si svolgerà in un solo bacino lacustre. Al vincitore viene assegnato il trofeo Classic Championship, che sarà nuovamente messo in palio l’anno successivo alla nuova edizione.

 

2. In base alle esigenze organizzative e logistiche, la manifestazione può prevedere un numero massimo di concorrenti ammessi alla partecipazione con prenotazione e versamento anticipato della quota.

A) La quota di partecipazione versata non è rimborsabile.

B) Il versamento anticipato della quota costituisce diritto di partecipazione acquisito e cedibile. E’ quindi ammessa la sostituzione del concorrente iscritto alla gara e successivamente impossibilitato a partecipare, a condizione che lo stesso provveda tempestivamente a comunicare il nuovo nominativo all’organizzatore, massimo entro 7 giorni antecedenti alla prima giornata di gara.

 

3. Durata della competizione

La gara, per ogni sessione, ha una durata di 3 ore e 30 minuti, di cui 2 ore e 20 minuti effettivi di pesca al giorno:

A) La gara si svolge su due specchi d’acqua (bacino lacustre) le cui sponde sono suddivise in 4 settori; all’interno di ogni settore i partecipanti, preventivamente estratti a sorteggio per l’assegnazione della loro posizione, sono liberi di muoversi e compiere gli spostamenti. Il secondo giorno di competizione i partecipanti manterranno sempre lo stesso settore iniziale, ma i gruppi si scambieranno i laghi nel caso in cui vengano coinvolti due bacini lacustri.

B) Il partecipante deve tenere con i concorrenti contigui una distanza minima di almeno 2 metri.

C) Il programma delle giornate di gara si rifà direttamente al precedente capitolo.

 

4. Poiché la manifestazione è orientata al no-kill col rilascio obbligatorio dei pesci, la classifica individuale sarà stilata per ogni sessione di gara sul punteggio generato dalla sommatoria dei punti ottenuti in base alla specie ittica catturata, senza limite di catture, e al turno di pesca come da tabella a seguire:

 

 Specie/Turni di pesca

1° e 2° turno di pesca (punti)

3° e 4° turno di pesca (punti)

5° e 6° turno di pesca (punti)

7° e 8° turno di pesca (punti)

Trota Iridea

1000

1200

1500

2000

Trota Fario

1800

2000

2300

2800

Trota Lacustre

1800

2000

2300

2800

Trota Marmorata

2500

3000

3500

4000

Salmerino

2000

2500

3000

3500

Luccio

2500

3000

3500

4000

Persico Reale

700

1000

1300

1700

Lucioperca

700

1000

1300

1700

Black Bass

700

1000

1300

1700

 

Il punteggio di ogni sessione di gara verrà stilato sulla sommatoria totale delle catture, al netto di eventuali penalità conseguite. I due risultati verranno sommati al termine del secondo giorno di gara per generare il punteggio finale. La classifica individuale conclusiva verrà generata comparando i migliori piazzamenti di ogni gruppo (lago) che concorreranno alla corsa in classifica (esempio: si raffrontano i primi classificati di ognuno dei due gruppi, il più altro si posizionerà al 1° posto della classifica mentre l’altro al 2°, poi si raffronteranno i secondi classificati di ognuno dei due gruppi e il più alto si posizionerà al 3° posto della classifica mentre l’altro al 4°, e così via…). La classifica a squadre viene invece generata dalla sommatoria complessiva del punteggio individuale dei 4 partecipanti appartenenti allo stesso gruppo, club, società o team iscritto, preventivamente comunicati all’organizzatore, la cui disposizione nei campi gara è compiuta in modo perfettamente bilanciato con una precedente estrazione a sorte (2 nel primo lago e 2 nel secondo nel caso in cui sia confermato lo svolgimento della competizione in due bacini).

 

5. Parità a punteggio finale

In caso di parità tra due o più concorrenti nella classifica individuale, verrà privilegiato il pescatore che non avrà conseguito penalità (oppure conseguite in minore entità), in caso di ulteriore parità verrà considerato chi avrà catturato il maggior numero di pesci basato sulla somma delle due giornate di competizione, e qualora persistesse un nuovo pareggio il raffronto verrà fatto sulla singola giornata di gara.

In caso di parità tra due o più squadre nell’omonima classifica, verrà privilegiata la squadra che non avrà conseguito penalità (oppure conseguite in minore entità), in caso di ulteriore parità verrà considerata la squadra che complessivamente avrà catturato il maggior numero di pesci basato sulla somma delle due giornate di competizione, e qualora persistesse un nuovo pareggio il raffronto verrà fatto sulla singola giornata di gara.

 

6. Esche consentite

E' concesso utilizzare esche metalliche (cucchiaini rotanti, cucchiaini ondulanti, minnow e pesci esca in genere, spinnerbait, buzzbait, jig munito di skirt), esche in plastica rigida e legnose (minnow e pesci esca in genere, jerkbait, plugs di superficie), esche siliconiche (pesci in gomma con armatura fissa/fusa già dotati di ancoretta e/o amo singolo, soft swimbait o versioni in gomma e plastica con armatura fissa/fusa già dotati di ancoretta e/o amo singolo). E’ reso obbligatorio l’utilizzo di ami singoli senza ardiglione su cucchiaini rotanti e ondulanti, e su pesci esca di qualunque genere essi siamo ma con una lunghezza massima di 5 centimetri. Tipi di pelo e piume sono consentiti purché accessori già in dotazione ai suddetti materiali. E’ invece vietato l’impiego di qualunque genere di trailer (esche in gomma) da abbinare agli artificiali sopra consentiti. Tutte le altre esche sono vietate, compresi scent e pastelle.

 

7. Montature e attrezzature consentite

E' consentita la montatura classica (lenza diretta senza interruzioni o braccioli laterali; è unicamente ammesso l’eventuale terminale di fluorocarbon direttamente legato, con apposito nodo, al filo madre sia esso nylon che trecciato). L’uso della girella e/o moschettone è consentito solo per agganciare l’esca. E vietata la zavorra sulla lenza, di qualunque forma o consistenza essa sia (bulbi, bombarde, bombarde trasparenti, piombi e vetrini); l’unica interruzione sulla lenza è consentita per interporre come finale il cavo in acciaio o kevlar consigliato per chi si dedica specificatamente alla cattura del luccio. E’ reso obbligatorio l’uso del guadino con rete gommata per salpare il pesce allamato. La lunghezza massima consentita della canna è di 3 metri. 

 

8. Validità delle catture

La competizione, ai fini della classifica, riconosce validi i soli esemplari ittici di cui al punto 4. mentre altre specie allamate dovranno essere immediatamente rilasciate anche senza la visione da parte del giudice di gara.

 

9.

A) E’ valido esclusivamente il pesce allamato con la propria esca per la parte interna della bocca. In presenza di artificiali a singola, doppia o tripla ancoretta, per la convalida della cattura è sufficiente che il pesce abbia, non appena visibile in acqua, uno degli ami delle ancorette all’interno dei margini della bocca a prescindere dal posizionamento delle restanti armature.

B) Nel caso di distacco del pesce dall’artificiale (o di rottura del filo), la cattura sarà convalidata a condizione che il pesce si trovi già salpato o nello specchio del guadino. Se il concorrente sposta il guadino per agevolare l’ingresso del pesce slamato la cattura non è valida. Il pesce liberatosi dall’artificiale e ancora in acqua non può essere afferrato con le mani né con altro attrezzo. Nel caso di rottura del filo non è consentito afferrare/agganciare eventuali spezzoni di lenza per tirare il pesce a riva né per pilotarlo nel guadino.

C) Il pesce allamato durante il recupero in atto al segnale di fine tempo/gara sarà convalidato (se correttamente salpato) a condizione che il concorrente segnali tempestivamente al giudice di gara il pesce in canna. E’ vietato effettuare un nuovo lancio dopo il segnale di fine tempo/gara.

D) Al segnale di fine manche/gara saranno convalidati i pesci allamati, non ancora recuperati, solo se immediatamente segnalati al giudice di settore.

 

10. Certificazione e registrazione delle catture

All’atto della certificazione e registrazione della cattura da parte del giudice di gara, è dovere del concorrente accertarsi della corretta trascrizione del dato nel tabulato di annotazione del pescato segnalato al giudice. Diversamente non saranno accettate contestazioni.

 

11. Condotta di gara con gli altri concorrenti

E’ buona norma far spazio ad un altro concorrente qualora presenti in canna un pesce di grandi dimensioni, per permettergli di salparlo nel tempo e spazio ragionevolmente necessari. Non è comunque possibile sconfinare oltre il proprio settore. Il concorrente che, sportivamente, si è spostato prosegue temporaneamente l’azione di pesca nello spazio lasciato libero. Dopo che il pesce è stato salpato, i concorrenti riprendono le proprie posizioni.

 

12. E’ vietato farsi guadinare da terzi la propria preda. Il proprio guadino può essere prestato.

 

13. Contestazioni e reclami da parte dei concorrenti

Eventuali contestazioni devono essere notificate al giudice o al direttore di gara durante la competizione al momento dell’accadimento della presunta infrazione, pena la loro inammissibilità. La decisione del giudice e del direttore di gara è insindacabile, anche se presa su quanto non previsto dal presente regolamento. Il concorrente insoddisfatto della decisione ha facoltà di inoltrare reclamo scritto all’organizzatore della competizione come menzionato al punto 14. I reclami dei partecipanti, riferiti alle classifiche, dovranno pervenire all’organizzazione entro trenta minuti dall’esposizione pubblica delle liste di classifica; verrà preso in considerazione quanto segnalato dal concorrente e l’organizzazione, dopo gli opportuni controlli, si esprimerà modificando o confermando le classifiche.

 

14. Ricorso da parte dei concorrenti

I concorrenti, al termine dell’evento, sono nel diritto di presentare eventuali ricorsi che abbiano attinenza con l’ipotetico mancato rispetto di una o più norme del regolamento. La domanda di ricorso dovrà pervenire via e-mail, entro sette giorni dal termine della manifestazione, all’indirizzo di posta elettronica info@insidefishing.it col versamento di 50,00 euro, per diritti di segreteria, bonificato sullo stesso codice bancario IBAN di riferimento per le quote d’iscrizione (causale “Ricorso manifestazione sportiva Daiwa Classic 2023”).

 

15. Penalità

A) Non convalida della cattura:

    •  Pesce allamato in parti del corpo diverse dalla bocca.

    •  Pesce guadinato da terzi.

 

B) Penalità di 2000 punti:

    •  Pesca con montature o attrezzature vietate.

    •  Pesca con esche vietate.

 

C) Squalifica dalla gara:

     •  Pesce intenzionalmente preso a strappo.

     •  Atteggiamento scorretto e antisportivo reiterato verso altri concorrenti e/o l’organizzazione.

     •  Reiterazione delle infrazioni al punto 14.B (tra cui riutilizzo della medesima esca o montatura già dichiarata irregolare e sanzionata dal giudice).

     •  Scambio di nominativo tra concorrenti per l’assegnazione delle catture (dichiarati al giudice di gara).

 

16. Il concorrente è tenuto:

     •  a conoscere dettagliatamente il presente regolamento;

     •  ad interpellare il giudice di gara, prima di pescare, circa eventuali dubbi su montature ed esche. Nel momento in cui si pesca in modo irregolare, si è soggetti alla relativa

        penalizzazione;

     •  a segnalare in modo chiaro e immediato al giudice di gara ogni singola cattura salpata e il proprio nome o numero assegnato, e a verificare costantemente che tutte le catture

        segnalate siano state effettivamente registrate, in quanto ai fini della classifica finale varranno formalmente ed esclusivamente quelle registrate dal giudice.

 

17. Responsabilità

L’organizzatore dell’evento, il gestore dell’impianto di pesca, i partner, gli sponsor, e tutti i collaboratori e le organizzazioni coinvolti nella realizzazione della manifestazione, declinano ogni responsabilità per danni fisici, materiali e immateriali dovessero avvenire prima, durante e dopo lo svolgimento della manifestazione.

 

18. Immagini fotografiche e video

Gli organizzatori utilizzeranno a loro discrezione, in qualunque momento e su qualsiasi materiale di supporto che riterranno appropriato per la promozione della manifestazione, le immagini fotografiche e video dei partecipanti. I concorrenti dovranno accettare di farsi fotografare e riprendere dagli operatori video in ogni momento durante la manifestazione, per le necessità dello staff organizzatore e dei media che collaborano alla manifestazione.

 

19. Modifiche del regolamento

L'organizzazione si riserva il diritto, in qualsiasi momento e comunque entro massimo dieci giorni dall’inizio della manifestazione, di modificare il presente regolamento nei suoi termini e condizioni.

 

20. Organo decisionale

L’organo decisionale della manifestazione è l’organizzatore il quale ha pieno potere di decidere in merito all’applicazione del presente regolamento e di quanto in esso non contemplato, alla non rispettosa modalità comportamentale dei partecipanti, a controversie, reclami e ricorsi.

 

21. Il concorrente, con il versamento della quota d’iscrizione e la propria partecipazione, accetta incondizionatamente il presente regolamento.

 

 

 

 

 

 

 

 

LOCATION e CONVENZIONI

 

 

Siamo nel comprensorio naturale della Nuova Parco Laghi a Bagno di Romangna (FC), sull’Appennino Tosco-Romagnolo, circondati dai boschi dell’Alto Savio, un luogo immerso nel verde dove è possibile in tutto relax praticare trekking, mtb, equitazione e, ovviamente, la pesca sportiva.

 

Molto caratteristica anche la cucina nei ristoranti del luogo, caratterizzata da piatti a base di funghi, tartufi, cacciagione e ricette tipiche di una zona ricca di sfaccettature culinarie, perché situata quasi al confine tra Emilia Romagna e Toscana.

 

Oltre al Lago di Acquapartita, fanno parte del comprensorio anche il Lago Lungo e il Lago Pontini, entrambi posti alle pendici del Monte Còmero, e campi gara del Classic Championship. Ogni anno in occasione della competizione, vengono effettuate delle immissioni straordinarie di pesce. I concorrenti si trovano a sfidare esemplari combattivi e in salute di trote lacustri, fario, iridee e salmerini, oltre a lucci e black bass ormai stanziali nei due laghi.

 

La sede operativa del Classic Championship è all’interno dell’Hotel Miramonti, un quattro stelle situato proprio a ridosso del Lago di Acquapartita e provvisto di tanti servizi d’eccellenza, compreso un centro benessere con piscine, zona idromassaggio e nuoto contro corrente. Nella sala convegni dell’hotel si svolgono il briefing di presentazione e la cerimonia di premiazioni, mentre il giardino esterno che si affaccia sul lago è l’incantevole location dell’aperitivo di fine gara.

 

 

Come raggiungere il lago Lungo e il lago Pontini

Da Bologna si prende la direzione per Ancona uscendo al casello di Cesena Nord, seguendo le indicazioni per la Superstrada E 45. La imboccheremo e da qui si seguiranno le indicazioni per Roma; percorsi 20 chilometri circa, svolteremo all’uscita Bagno di Romagna e proseguiremo verso destra fino all’indicazione per Acquapartita. Da qui, poco dopo, troveremo le segnalazioni per i due laghi svoltando a destra.

Tempi medi di percorrenza: 1 ora e venti minuti da Bologna e Perugia, 2 ore da Roma, 2 ore e 45 minuti da Milano.

 

 

Agevolazioni per il pernottamento

Hotel Miramonti - via Acquapartita, 103 - loc. Acquapartita - 47021 Bagno di Romagna (FC) - tel e fax 0543.903640 - www.selecthotels.it ; e-mail: miramonti@seletchotels.it

 

Prezzi applicati e riservati a chi aderisce al Classic Championship (pernottamento e prima colazione compresa):

camera doppia uso singolo euro 90,00

camera doppia euro 105,00

supplemento terzo e/o quarto letto euro 30,00

 

> Specificare in fase di prenotazione che si è un partecipante all’evento Classic Championship

Per assicurarsi della disponibilità, si suggerisce di procedere alle prenotazioni entro e non oltre il 31.01.2023 a mezzo e-mail a hmiramonti@selecthotels.it oppure telefonando al nr. 0543 903640 dal lunedì al sabato dalle ore 09:00 alle 18:00

 

A disposizione gratuita sono contemplati i seguenti servizi: nuovissima piscina interna ed esterna, idromassaggio, nuoto controcorrente, zona fitness, Wi-Fi, garage coperto, parcheggio.

 

L’hotel Miramonti fungerà da base logistica per l’organizzazione in loco del Classic Championship; questo impianto alberghiero a quattro stelle offre inoltre, a livello generale, servizi confortevoli e un’invidiabile posizione a ridosso del lago di Acquapartita.

 

Data: 01/04/2023 - 02/04/2023
Luogo: Nuova Parco Laghi - Bagno di Romagna (FC)
Classifica: -