Golden Rod 2010 "Una super 2° edizione con 1105 catture"

Chi sostiene che il bass fishing è una tecnica che si pratica esclusivamente dalla barca o da belly boat, soprattutto nelle manifestazioni agonistiche, dovrà sicuramente ricredersi dopo i momenti vissuti con la seconda edizione della Golden Rod. Svoltasi la prima volta nel 2009 e riproposta anche questo anno per l’incredibile successo riscontato, l’evento in questione è unico nel suo genere poiché organizzato al piede da riva in cui il protagonista è appunto il black bass. Naturalmente sono obbligatorie le sole esche artificiali da utilizzare sia con la tecnica dello spinning che del casting. Lo scorso 18 luglio ben settanta lanciatori, questo il limite massimo dei partecipanti imposto degli organizzatori per motivi logistici, provenienti da tutta Italia si sono dati appuntamento al lago Pontini, nel suggestivo comprensorio del Parco Laghi, per disputarsi gli ambiti premi messi in palio dallo sponsor ufficiale della manifestazione, l’azienda Colmic, compresa la magnifica canna d’oro destinata al primo classificato.

 

Bass in super attività

I partecipanti, che fortunatamente hanno affrontato una giornata ideale in termini di condizioni meteo, si sono subito visti a confronto con un’ingente presenza di bass seminati dal gestore qualche giorno antecedente l’evento e naturalmente con una buona popolazione ittica già presente dapprima. La formula organizzativa che prevedeva la libertà di movimento da parte dei concorrenti durante tutta la durata della gara, è stata ben assimilata dai concorrenti molti dei quali, durante le quattro ore di competizione, si spostavano frequentemente alla ricerca del pesce. Infatti, inizialmente, dopo il via dei giudici le catture si sono praticamente susseguite a ripetizione per tutta la durata della prima ora di gara; la situazione si è poi stabilizzata con catture meno frenetiche ma comunque costanti, garantendo l’opportunità di risalire in classifica addirittura fino agli ultimi dieci minuti di competizione. Michele Goretti, dall’APS Sansepolcro, è riuscito così a conquistare il primo piazzamento con un numero davvero impressionante di bass catturati, addirittura 46 agganciati cambiando sempre lo spot. A riprendere la manifestazione c’erano anche gli operatori della web TV Spinning Channel, che hanno seguito da vicino i partecipanti cogliendo spunti tecnici, strategie di pesca e consigli scaturiti anche dalle interviste finali. L’arrivo di una perturbazione meteo, fortunatamente anticipata da momenti di cielo coperto e schiarite, ha letteralmente mandato in frenesia alimentare i bass facendo registrare al calcolo finale della classifica l’impressionante numero complessivo di catture pari a 1105 capi. Un risultato che non si era mai visto prima in una gara di pesca al black, ed altrettanto ineguagliabile anche per le più rinomate manifestazione di pesca a spinning alla trota. Merito di questo straordinario risultato va sicuramente ai partecipanti che si sono dedicati con estremo impegno all’evento, ma ancor prima va dato risalto al gestore del comprensorio, l’avvocato Stefano Tinarelli, che ha creduto in questa manifestazione apportando delle massicce semine. La strategia di scelta delle esche artificiali è stata abbastanza univoca tra i concorrenti, infatti gran parte dei lanciatori ha optato fin dai primi lanci per gli artificiali di reazione come minnow e crank che permettevano di sondare rapidamente ampi spazi d’acqua, sostituiti da artificiali in gomma fin tanto che i bass cacciavano lungo il sotto sponda.

 

L’asso vincente, la pesca a finesse

Chi aveva montato vermi voluminosi ha dovuto subito ricredersi, dirottando la scelta su versioni da finesse con altrettante specifiche applicazioni tecniche che favorivano una presentazione decisamente più gradita dal centrarchide. Vi era infatti da tenere conto anche della taglia media delle catture, pesci di 500-600 grammi comunque divertenti per la ripetitività delle mangiate. Grazie al regolamento imposto dagli organizzatori, che stabiliva una classifica basata sul solo numero dei bass catturati con il successivo rilascio obbligatorio, il pesce veniva liberato in tempi rapidissimi dopo la certificazione e l’annotazione da parte del giudice di gara. Nonostante l’impegno e la perseveranza dimostrata sino alla fine, Davide Frigerio giunto al secondo posto ha catturato otto pesci in meno rispetto al primo assoluto, si guadagnavano invece il terzo piazzamento a pari merito con lo stesso numero di catture, ben 33 bass, Daniele Valentini e Matteo Norbiato. A fine gara, successivamente al briefing dei giudici e alla raccolta dei tabulati delle catture, si è provveduto a stilare la classifica finale subito seguita dalle premiazioni. La “tensione” dei partecipanti per l’attesa era chiaramente percepibile, infatti con il sorprendente numero di catture registrate non era ben chiaro chi potesse essere ai vertici della classifica anche se si sospettavano i nomi per un passaparola lungo le sponde in merito ai pesci totalizzati nella mattinata.

 

Le premiazioni tra il “pubblico”

A fare da supporto la tifosa presenza di un nutrito pubblico costituito da vacanzieri della domenica, giunti fin qui per trascorrere una piacevole giornata in questo incantevole contesto ambientale. Grazie alle attrezzature ed accessori offerti dalla Colmic, sono stati premiati i primi venti classificati e un riconoscimento per la partecipazione è stato assegnato anche ai due partecipanti più giovani. Successivamente ad un breve discorso introduttivo e di ringraziamento Emanuele Turato, responsabile tecnico del settore spinning dell’azienda Colmic, ha proceduto con l’assegnazione dei premi lasciando una piacevole incognita sul vincitore fino alla lettura dell’ultimo nome. Il bravo Michele Goretti, oltre ad aggiudicarsi il titolo di campione di questa seconda edizione, ha conquistato la prestigiosa Golden Rod unitamente ad altri accessori, e un soggiorno di pesca in Sardegna sul lago Coghinas. Va sottolineata la soddisfazione di partecipanti e organizzatori per l’ottimo risultato ottenuto, con la promessa per il prossimo anno di una immancabile terza edizione.

Data: 18/07/2010
Luogo: Lago Pontini - Bagno di Romagna
Classifica: Scarica